La famiglia MoscaPer i Mosca essere macellai è un destino di famiglia: già nei primi anni del ‘900 i cinque figli del capostipite Pietro, detto Gran Peru, erano tutti macellai. Amilcare detto “Michel” con la macelleria “La Puluna”, Ernesto, Piemonte detto “Pippo” con la macelleria in strada della Nera al Vandorno, Pierino con la macelleria a pochi passi dalla Chiesa di Cossila S.Grato. Fu però Ermenegildo ad aprire nel centro storico di Biella la piccola bottega che è diventata il negozio che oggi conosciamo. Già allora si parlava di carni di prima qualità, di pregiati tagli di Fassone Piemontese e di tenere carni di vitello sanato.