Anni 20

Ermenegildo Mosca - correva l’anno 1916 - apre una piccola macelleria nella centrale via San Filippo. La vicina piazza Cavour (oggi piazza Martiri della Libertà) con il suo mercato era un punto di incontro tra la città e le vallate.

Anni 50

Un giovane Antonio Mosca continua l’attività del padre Ermenegildo nella piccola bottega. Un cartello annuncia: “Economizzate mangiando bistecche alla svizzera” … è arrivato anche a Biella quello che oggi chiamiamo hamburger!

Anni 70

Il benessere cresce in Italia dopo il boom economico. Nella seconda parte degli anni ‘60 il negozio cresce e si ammoderna. Nuovi banchi frigo e flusso circolare per agevolare la clientela. Davanti alle nuove vetrine posano Antonio e un giovane Giovanni Mosca. Ben in vista i diplomi delle fiere zootecniche tra cui spicca quella di Moncalvo.

Anni 80

Giovanni è ormai al comando dell’azienda che complice il benessere della Biella degli anni ‘80 cresce a gonfie vele. Il negozio si ingrandisce una prima volta unendo l’attigua salumeria Bianchi. Si amplia l’offerta: cresce la varietà dei prodotti, la clientela è sempre più esigente e ha sempre meno tempo di stare in cucina: la gastronomia diventa presto una realtà di eccellenza riconosciuta in città e fuori.